SkipToMainContent

Minacce emergenti

Lavori in remoto a causa del coronavirus? Questi 7 suggerimenti possono aiutarti a proteggere le tue attività online

Dati salienti:
  • Il nuovo coronavirus sta cambiando il modo di lavorare. Alcuni datori di lavoro stanno consigliando ai dipendenti di “rimanere a casa”.
  • Lavorare da casa potrebbe aumentare i rischi per la sicurezza informatica. La protezione tecnologica può essere d’aiuto.
  • Strumenti come le VPN possono aiutare a proteggere i dati e le attività online, ma i lavoratori potrebbero doversi adattare in altri modi.
  • Avviso di truffa: le e-mail di phishing relative al coronavirus mirano a ingannare i lavoratori con false politiche aziendali.
     

Il nuovo coronavirus sta cambiando le abitudini quotidiane di milioni di persone in tutto il mondo, incluse quelle relative al modo di lavorare. Molti datori di lavoro stanno chiedendo ai propri dipendenti (o stanno offrendo loro l’opzione) di lavorare da casa.

Le grandi aziende hanno annunciato di permettere al personale di lavorare in remoto per aiutare a proteggersi dal coronavirus, o COVID-19, il nome della malattia respiratoria che esso provoca. L’obiettivo è proteggere la salute e aiutare a controllare la diffusione della malattia.

Se decidi di lavorare in remoto, è bene prestare attenzione alla sicurezza informatica. Ciò significa proteggere i tuoi dispositivi e dati, proprio come faresti sul posto di lavoro.

Suggerimenti per aiutarti a proteggere le tue attività quando lavori da casa

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a proteggere le tue attività online.

1. Mantieni uno stretto contatto con il datore di lavoro

È utile rimanere aggiornati sulle comunicazioni aziendali. La tua posta in arrivo potrebbe contenere e-mail su modifiche alle politiche aziendali, ad esempio sugli orari di lavoro o i viaggi. Il datore di lavoro potrebbe condividere informazioni relative al coronavirus sulla Intranet aziendale. Se hai delle domande, chiedi pure.

Perché è importante: le aziende di tutto il mondo continuano a reagire agli sviluppi della pandemia di COVID-19. È importante conoscere le nuove politiche per proteggere te, i tuoi colleghi e l’azienda.

2. Utilizza gli strumenti tecnologici della tua azienda

Le aziende spesso dispongono di strumenti tecnologici che possono aiutarti a garantire la sicurezza informatica quando lavori da casa. Ciò potrebbe significare svolgere il lavoro su laptop e dispositivi mobili forniti dall’azienda, che sono probabilmente dotati di firewall e protezione antivirus, nonché di altre funzionalità di sicurezza quali VPN e autenticazione a 2 fattori.

Perché è importante: gli strumenti di sicurezza informatica del tuo datore di lavoro sono progettati per proteggere dati e dispositivi. Entrambi sono obiettivi dei criminali informatici, che il lavoro sia svolto dall’ufficio o da casa.

3. Controlla l’impulso di improvvisare

I dipendenti lavorano spesso in team e ciò può implicare l’utilizzo di strumenti di collaborazione come piattaforme di messaggistica istantanea e videoconferenze. Se uno strumento non funziona correttamente, potresti essere tentato di scaricarne uno sostitutivo. Non farlo! In questo modo, potresti inavvertitamente introdurre un programma software con un difetto di sicurezza, per cui soggetti non autorizzati potrebbero essere in grado di accedere ai dati dell’azienda o a dati personali salvati sul dispositivo in uso.

Perché è importante: il tuo datore di lavoro ha probabilmente controllato i propri strumenti di collaborazione e ne ha verificato la sicurezza. Non puoi essere certo che lo strumento che hai scaricato disponga delle stesse protezioni.

4. Resta aggiornato su aggiornamenti e patch del software

Potresti ricevere promemoria sulla disponibilità di aggiornamenti software per il tuo computer, laptop, tablet o dispositivo mobile. Non aspettare. Aggiorna. Tieni inoltre presente che puoi configurare i tuoi dispositivi per eseguire l’aggiornamento automatico.

Perché è importante: gli aggiornamenti aiutano a correggere i difetti di sicurezza e proteggere i tuoi dati. Gli aggiornamenti possono anche aggiungere nuove funzionalità ai tuoi dispositivi e rimuovere quelle obsolete.

5. Mantieni attiva la tua VPN

Una VPN (Virtual Private Network, ovvero rete privata virtuale), può contribuire a proteggere i dati inviati e ricevuti lavorando da casa. Una VPN può fornire un collegamento sicuro tra dipendenti e aziende crittografando i dati e scansionando i dispositivi alla ricerca di software dannoso come virus e ransomware.

Perché è importante: le VPN possono impedire a criminali informatici e altri curiosi di monitorare la tua attività online durante la giornata lavorativa, che potrebbe includere l’invio o la ricezione di informazioni finanziarie, documenti strategici e dati dei clienti. Una VPN aiuta a proteggere tali informazioni dai criminali informatici e dalla concorrenza.

6. Attenzione alle e-mail di phishing a tema coronavirus

I criminali informatici stanno sfruttando l’epidemia di coronavirus per inviare ai dipendenti e-mail con collegamenti falsi. Ecco come funziona: le e-mail potrebbero sembrare autentiche e provenienti dai funzionari dell’azienda. Potrebbero richiedere di aprire un collegamento per visualizzare una nuova politica aziendale relativa al coronavirus. Facendo clic sull’allegato o sul collegamento incorporato, potresti avviare il download di malware sul tuo dispositivo. Non fare clic su questi elementi. Invece, segnala immediatamente il tentativo di phishing al tuo datore di lavoro.

Perché è importante: un’e-mail di phishing contenente software dannoso potrebbe consentire ai criminali informatici di assumere il controllo del computer, tracciare sequenze di tasti o accedere a dati finanziari e informazioni commerciali sensibili.

7. Sviluppa una nuova routine

Lavorare da casa richiede di modificare la propria routine, facendo in modo che la sicurezza informatica diventi parte di essa. Ciò implica tuttavia anche strutturare la propria giornata lavorativa in modo tale da mantenere alta l’efficienza e restare in contatto con il proprio team. Se sei abituato a iniziare la giornata salutando i colleghi, potresti considerare la possibilità di continuare a farlo via e-mail o su una piattaforma di chat.

Perché è importante: è facile perdere la concentrazione o sentirsi isolati quando si lavora da casa. Adotta delle misure per evitare che ciò accada. Fatti sentire e resta in contatto con i tuoi colleghi. Il coronavirus può aver reso necessarie delle modifiche al modo di lavorare, ma il lavoro va comunque svolto.

Copyright © 2020 NortonLifeLock Inc. Tutti i diritti riservati. NortonLifeLock, il logo NortonLifeLock, il logo Checkmark, Norton, LifeLock e il logo LockMan sono marchi o marchi registrati di NortonLifeLock Inc. o delle sue affiliate negli Stati Uniti e in altri Paesi. Firefox è un marchio di Mozilla Foundation. Android, Google Chrome, Google Play e il logo Google Play sono marchi di Google, LLC. Mac, iPhone, iPad, Apple e il logo Apple sono marchi di Apple Computer, Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi. App Store è un marchio di servizio di Apple Inc. Alexa e tutti i loghi correlati sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. Microsoft e il logo Windows sono marchi di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi. Il robot Android è riprodotto da un'opera creativa creata e condivisa da Google e utilizzata in accordo con i termini descritti nella licenza Creative Commons 3.0 Attribution. Altri nomi possono essere marchi dei rispettivi proprietari.